CARLO ANCELOTTI: LA NAZIONALE DI CALCIO LO ASPETTA!

Ct della nazionale azzurra: ECCO CARLO Ancelotti.

C’è una svolta nella sofferta nomina del nuovo commissario tecnico della Nazionale: Carlo Ancelotti ha sorpassato Roberto Mancini.

Manca ovviamente l’ufficialità, ma sono sempre più alte le probabilità che il progetto di rinascita degli azzurri venga affidato ad Ancelotti, tuttora sotto contratto col Bayern. L’ufficializzazione del prescelto, come annunciato da Alessandro Costacurta, dovrebbe avvenire dopo il 20 maggio. La data coincide con la conclusione della serie A, ma non è escluso che possa essere anticipata.

IL FAVORITO DI MALAGO’. In verità non si è trattato di un sorpasso perché l’ex allenatore di Reggiana, Parma, Juventus, Milan, Chelsea, Psg e Real Madrid è sempre stato l’obiettivo numero uno del presidente del Coni.

CARLO ANCELOTTI

La figura di Ancelotti – 59 anni e una luminosa carriera in panchina, sembra fatta apposta per mettere tutti d’accordo. L’Ex allenatore del Milan ha l’età e il curriculum giusti per rilanciare un movimento in crisi, con Euro 2020 come primo traguardo.
Nel suo albo d’oro spiccano le 3 Champions vinte con il Milan, Real Madrid e i 4 titoli nazionali vinti in 4 Paesi diversi.

PIRLO NELLO STAFF. Se arrivasse il fatidico sì, tra i collaboratori stretti del nuovo ct entrerebbe anche Andrea Pirlo, che ha avuto Ancelotti allenatore al Milan. Tra i due era noto il feeling, che è rimasto tale.
Nel caso, si replicherebbe un cliché già  sperimentato proprio da Ancelotti al Mondiale 1994, quando in Nazionale fu vice di Arrigo Sacchi, già suo ex allenatore al Milan. Ancelotti aveva appena smesso di giocare, quando intraprese la nuova carriera e Pirlo, che il 21 maggio a San Siro giocherà la partita d’addio, potrebbe imitarlo.

IN SVIZZERA IL DEBUTTO. Non ci sarà comunque molto da attendere, per sapere se la Nazionale avrà un nuovo ct nelle tre amichevoli di fine stagione. Le date le seguenti: il 28 maggio in Svizzera con l’Arabia Saudita, l’1 giugno a Nizza con la Francia e il 4 a Torino con l’Olanda.

Poi, da settembre, ci sarà la Nations League, nel girone con Polonia e Portogallo, oltre alle amichevoli del 10 ottobre con l’Ucraina e del 20 novembre con gli Usa.