FEDEZ RISCHIA UNA MULTA PER L’ATTACCO A ROVAZZI e J-AX

Per Fedez in arrivo una multa per l’attacco contro J-Ax e Rovazzi

SUL SETTIMANALE “Chi”  le conseguenze delle rivelazioni in tv del rapper.

Fedez ha rivelato in un’intervista tv le proprie motivazioni sulla rottura con J-Ax e Rovazzi. Secondo quanto pubblicato da “Chi”, le conseguenze potrebbero essere care per il marito di Chiara Ferragni. Le sue affermazioni avrebbero infranto un contratto di riservatezza tra le parti: terminati i rapporti tra loro, nessuno avrebbe più dovuto rilasciare dichiarazioni su questioni personali precedenti. A quanto pare la pena sarebbe una multa salatissima.

Durante La Confessione, per la prima volta Fedez ha affrontato l’argomento parlando della delusione professionale e umana nei confronti degli ormai ex compagni di viaggio. Il rapper ha affermato di aver elaborato la separazione, anche grazie al supporto della sua famiglia e di alcuni specialisti, riuscendo a parlarne abbastanza liberamente. “Non ho perso un socio, con J-Ax e con Fabio Rovazzi ho perso un pezzo della mia famiglia acquisita“, ha dichiarato in tv.

BUSINESS IN CALO PER FEDEZ?

Claudio Plazzotta su Italia Oggi ha inoltre raccontato che il business di Fedez è in calo. Il valore della produzione della sua Zedef è sceso dai 3,1 milioni di euro del 2016 ai 2,7 milioni del 2017 fino agli appena 128 mila euro del 2018. Stesso discorso per l’utile: era di 810 mila euro nel 2016, di 1,5 milioni di euro nel 2017 e di appena 30 mila euro nel 2018.

L’attività di Fedez ha subito uno stop a causa delle decisioni dell’artista e della rottura di sodalizi con alcuni colleghi come Rovazzi e J-Ax. Anche se ci sono retroscena a  questo proposito: nell’estate del 2018 Rovazzi ha lasciato Newtopia per affidarsi a una nuova struttura di management artistico ispirata da Cristiano Magaletti, per quattro anni responsabile legale proprio di Newtopia. È Magaletti l’ex collaboratore cui Fedez fa riferimento nella intervista Gomez, parlando di uno che «mentre io ero a Los Angeles ha voluto aprire una nuova società speculare a Newtopia per portarmi via gli artisti».