IL NATALE RENDE PIÙ FELICI, FAI COME I DANESI!

il natale rende tutti più felici. ma sarà davvero così?

i Danesi sono il popolo che vivono più tempo il periodo natalizio.

Arrivano le conferme, il Natale rende tutto più bello. La felicità per molti risiede proprio nel periodo natalizio. E qual è il Paese più felice del mondo secondo le ultime ricerche? La Danimarca! E da loro è quasi sempre Natale!

Le soluzioni “made in Denmark” sono varie. L’utilizzo di candele, innanzitutto, ancor meglio se di soia. Creano un’atmosfera calda, intima e accogliente e per questo vengono accese perfino negli uffici e nelle scuole. Sono un elemento d’arredo che scalda la casa e il cuore (e non a caso i danesi si attestano tra i maggiori consumatori di candele al mondo).

COPPIA DI NATALE

La felicità risiede nell’atmosfera di Natale

In alternativa possono essere utilizzate delle lampade che nascondono la fonte luminosa, come le PH 5 del designer Poul Henningsen: sono lampade a sospensione ideate alla fine degli anni ’50, lasciano filtrare solo una luce soffusa lateralmente e verso il basso, priva al 100% di abbagliamento, gettando così un’ombra gradevole sugli oggetti.

ARCHIETTETURA DANESE

Un’altra risposta a questo tipo di esigenza è arrivata dall’architettura. I danesi hanno cercato infatti di aumentare le superfici in vetro negli edifici, sia per ragioni d’illuminazione che di microclima. Basti pensare al cosiddetto Black Diamond di Copenaghen, sede della biblioteca reale, e all’Università di Kolding, la più green del Paese.

Se i danesi sono felici è anche merito della condivisione, degli spazi e del cibo. Proprio come accade a Natale. La lezione danese insegna che bastano pochi ingredienti per creare un’atmosfera rilassata e riconciliarsi col mondo dopo una giornata faticosa. È sufficiente entrare in una caffetteria, ordinare una fetta di torta alle noci, sorseggiare un caffè fumante e scambiare quattro chiacchiere con degli amici, oppure con dei perfetti sconosciuti.

Per questo sono molto diffusi in Danimarca, sia nei ristoranti che nelle caffetterie, i sociable tables, ovvero quei lunghi tavoli da 4, 6 o 12 persone che favoriscono la socializzazione con gli altri. L’importante è evitare gli argomenti che potrebbero generare tensione, come la politica.

L’architettura danese è, inoltre, essenzialmente armonia: nei colori, nelle forme ma soprattutto nel rispetto dell’ambiente. Perciò, se si vuole intraprendere la via nordica della felicità, è bene appendere al chiodo le chiavi dell’auto e inforcare la bicicletta.

La Danimarca è solcata da centinaia di chilometri di piste ciclabili che collegano città e paesini con le zone costiere, i castelli, le foreste e sono state pensate proprio per ridurre l’emissione di CO2 con benefici fisici e psicologici che hanno un enorme impatto sulla qualità della vita dei suoi abitanti. E non stiamo parlando solo di piccole realtà urbane, perché anche nel cuore della capitale si possono trovare dimostrazioni di architettura paesaggistica rispettosa e consapevole.