IL SIGNIFICATO DELLA CANZONE DI SANGIOVANNI MALIBÙ

IL SIGNICATO DELLA CANZONE DI SANGIOVANNI: MALIBÙ

L’essenza dell’Amore PER SANGIOVANNI

 

a cura della Psicologa Eleonora Damiani

Vi ricordate una delle scene iniziali de Le pagine della nostra vita” dove Noah sale sulla giostra per chiedere ad Allie di uscire con lui? Malibù di Damian Giovanni Pietro, in arte Sangiovanni, ricorda molto quella parte del film.

L’autore diciottenne, vincitore della categoria cantanti di Amici 20, ci porta sulle onde dei primi amori, quelli giovanili avvolti da idealizzazione e speranze, che tutto pretendono e tutto danno.

Ci piace giocare, facciamo le marachelle quando bisticciamo. Ti stringo la faccia, ti metto la mano sul cuore. Quando ti arrabbi fai una faccia dolcissima. Siamo due scemi e sì che mi piaci alla follia. Sembra una versione più allegra e movimentata di E tu di Claudio Baglioni. Le emozioni descritte sono quelle che con il tempo tendiamo a dimenticare, quelle che quando arriva il conflitto biasimiamo e giudichiamo. Quanto ci odiamo per averle provate se la persona amata ci ferisce? Eppure sono impagabili quei momenti.

IL PRIMO AMORE PER SANGIOVANNI

La psicoterapeuta Umberta Telfener nel suo ultimo libro Primi amori – Uno, nessuno, centomila ci racconta che il primo amore non è uno, ma che ogni volta che lo sentiamo tale quello è un primo amore, perchè è sempre nuovo, unico e inimitabile. Nessun amore infatti può essere paragonato al precedente o al successivo, perchè gode di caratteristiche proprie che lo rendono tale e tra queste troviamo uno stato maturativo interno diverso della persona che lo vive. Ognuno di noi infatti ha vissuto tanti primi amori, a volte platonici, a volte fisici, a volte più di testa e altre volte ancora di pancia.

Andando avanti col tempo rischiamo di dimenticare quello che rende l’amore così speciale: il gioco. La quotidianità, il lavoro, le responsabilità e i pensieri totalizzanti talvolta offuscano il vero senso della vita, quello che ci rende grati per essere al mondo, ovvero la possibilità di godersi ogni attimo, di trarne il meglio. L’amore con la sua possibilità di giocare e divertirsi, con le sue onde continue, ci invita a farci condurre per mano dal piacere del divertimento, condividendolo con la persona amata.

Tu fai quelle facce e mi tieni il broncio. Se ti tolgo il trucco, lo sai che sei ancora più bella. Quattro di notte e luci si spengono, i cuori si bruciano, fanno scintille.

malibù, significato canzone sangiovanni

Il significato della canzone di Sangiovanni – Malibù

L’insegnamento di Sangiovanni con la sua Malibù

Per scrivere questo articolo ci ho messo tanto perchè forse anche io avevo perso quella capacità di lasciarsi trasportare dall’entusiasmo che ci insegnano gli adolescenti e questo mi ha dato la possibilità di capire che col tempo tendiamo a colmare bisogni più superficiali dell’unico vero grande bisogno dell’essere umano: quello affettivo. Il bambino dal primo momento in cui nasce cerca calore, preferendolo persino al cibo. Se provassimo ad ascoltare il nostro bambino interiore ogni tanto capiremmo che i nostri reali bisogni e le nostre vere mète sono altre rispetto a quelle che ci prefissiamo. E forse è proprio questo l’insegnamento che ci dà Sangiovanni e così i ragazzi come lui, di tornare al nostro bisogno umano di calore, di amare e sentirsi amati, che nella gioventù sembra tanto semplice, ma che andando avanti tendiamo a dimenticare. Solo tornando ai bisogni primari forse riusciremo a guardare negli occhi la persona amata, come in una scena del film Reality Bites di Ben Stiller e a dirgli: “Vedi? Non ci serve altro: un paio di sigarette, una tazza di caffè e un po’ di conversazione. Io, te e cinque dollari.”


SCOPRI IL SIGNIFICATO DELLE CANZONI PIÙ SUONATE SU SIMPLY RADIO!